Lo smalto, strumento di abbellimento per tutte le donne, per le donne musulmane è sempre stato un ostacolo nel momento dell’abluzione (purificazione). Il Corano non nomina affatto la colorazione delle unghie, ma secondo il rito di purificazione (wuḍū), durante le abluzioni prima delle preghiere, l'acqua deve lavare braccia e mani (incluse le unghie). Tantissime donne, quindi, per anni hanno rinunciato all’utilizzo dello smalto in quanto la loro religione ne prevedeva la rimozione prima della preghiera.

Solo recentemente, però, sono stati lanciati sul mercato gli smalti halal. Caratteristica di questi smalti è quella di essere traspiranti e idrofili; lasciano cioè passare l’acqua e non creano un ostacolo al passaggio dell’acqua, considerata purificatrice.

 

Fonti:

https://www.popsugar.com/beauty/Best-Halal-Nail-Polishes-44685565

https://www.tentazioneunghie.it/smalti-halal-ad-ognuno-suo/