Durante la terza conferenza del Golfo in Kuwait è stato fatto un focus sui temi ricerca e studi dedicati al mondo Halal. Ad affrontare questa tematica è stato Naji Almutairi, direttore Centro Studi e Ricerca del Kuwait il quale ha dichiarato che più del 60% dei lavori di ricerca e studio del centro riguardano proprio le questioni legate al concetto Halal.

 

Investire nella ricerca vuol dire creare nuove metodologie in grado di rassicurare le comunità islamiche presenti nel mondo che il cibo consumato rispetti le linee guida del Corano e della Sunnah, cosa che purtroppo ancora non avviene. Infatti sono tantissimi i prodotti che tutt’oggi vengono immessi sul mercato, spacciati come Halal, ma che di fatto non sono certificati dagli enti riconosciuti e accreditati a livello internazionale.

 

Per questo il presidente di Halal International Authority Sharif Lorenzini ha confermato di voler continuare nella preziosa collaborazione avviata già da tempo con il Centro Studi e Ricerca del Kuwait per trovare soluzioni alternative e comuni per eliminare le criticità che continuano a minare i delicati processi produttivi nell’industria Halal globale.

 

Infine in occasione della terza Conferenza del Golfo il presidente Alta Commission​e del Convegno Farid Imadi ha presentato una relazione sul mercato Halal in Kuwait e nei paesi del Golfo Arabo nei prossimi anni partendo da un obiettivo comune per tutti i Paesi: Per soddisfare al meglio le esigenze dei consumatori  è necessario sviluppare e coordinare la produzione attraverso una certificazione autentica Halal. Un punto di partenza che fortificherà un settore in piena crescita a livello mondiale. 

 

 

PROMOZIONE COMMERCIALE

Scopri 3 promozioni valide fino al 31/08/2021 per la certificazione dei tuoi prodotti

Continua