È stato siglato il 14 settembre 2016 l’accordo tra Halal International Authority, CIDI Comunità Islamica di Puglia e Università degli Studi di Bari.

Le firme del rettore dell’Università Antonio Uricchio e del presidente di Halal International Authority Sharif Lorenzini hanno concretizzato la comunione d’intenti tra le tre realtà: sviluppare un clima di tolleranza e rispetto interculturale attraverso la condivisione di competenze e l’apertura al dialogo ed allo scambio.

Il protocollo troverà attuazione nella promozione della cultura dell’Halal e dei suoi standard nei progetti formativi dei corsi di laurea dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro: si sta già lavorando per creare un Master che consegni le competenze per entrare nel mondo della certificazione Halal, coinvolgendo i Dipartimenti universitari di Agraria, Veterinaria e quelli di carattere economico.

Il documento consentirà di avviare in tempi brevi una cabina di regia in grado di creare spin-off e iniziative imprenditoriali d’intesa comune nell’ambito del crescente mercato dell’Halal, partendo dall’integrazione della comunità degli studenti islamici attraverso servizi di supporto ed iniziative dedicate.

Il rettore dell’Università di Bari Antonio Uricchio ha osservato come questa sia un’opportunità di studio e formazione per i giovani che risponde alla necessità di “proiettare l’Università verso una dimensione internazionale” ed ha aggiunto “Poter offrire queste certificazioni significa aprire nuovi mercati, ospitare turisti, trovare spazi ai nostri prodotti”, intercettando il crescente trend di prodotti e servizi Halal.

“L’accordo è anche un’occasione per gli imprenditori pugliesi, soprattutto enogastronomici ma anche del settore cosmetico e farmaceutico, di aprirsi ai mercati mediorientali e del sud-est asiatico, promuovendo prodotti made in Italy compatibili coi canoni Halal – ha spiegato Sharif Lorenzini, presidente di Halal International Authority e della CIDI. L’Università svolgerà un ruolo fondamentale nella formazione degli operatori economici in questo settore che poi valuteranno la corrispondenza dei prodotti pugliesi da esportare con i canoni islamici. Vogliamo porre la Puglia al centro di un grande hub euro-mediterraneo, dal valore di 3mila miliardi di euro”.

L’accordo tra l’ente certificatore, la comunità islamica e l’università segna un altro importante passo avanti per Halal International Authority ed è un’occasione decisiva per contribuire alla costruzione e alla diffusione della cultura della pace e della coesione sociale.

PROMOTION COMMERCIALE

Découvrez 3 promotions valables jusqu'au 31/08/2021 pour la certification de vos produits

Continuez