In Europa sono presenti molti enti che certificano secondo i dettami religiosi

Il cibo Halal non rappresenta soltanto uno stile di vita per più dei 50 milioni di musulmani residenti in Europa, ma è riconosciuto anche dai non musulmani, che ne apprezzano le doti salutari . In Europa sono molti gli enti che certificano i prodotti secondo i dettami religiosi. Infatti, il mercato si sta ampliando, insieme alla popolazione musulmana e le loro necessità.

I principali paesi importatori di cibo Halal sono gli Emirati Arabi, la Malesia e l’Indonesia. Francia e Regno Unito sono i principali consumatori in Europa, grazie a una richiesta sempre maggiore.

In Europa gli enti di certificazione sono più di 60, i quali certificano non solo prodotti alimentari, ma qualsiasi prodotto e i servizi utilizzati dai consumatori musulmani. Qui il valore del cibo Halal è stimato intorno ai 32 miliardi ogni anno.

Per quanto riguarda i ristoranti, però, la situazione è differente: i musulmani hanno una scelta tra solo circa 120 ristoranti certificati in Europa. Tuttavia, i ristoranti che offrono una cucina che fonde elementi della cucina araba con elementi della cucina italiana, francese o tedesca, se utilizzano ingredienti ammessi, possono benissimo classificarsi come Halal.

“In Italia il consumo di cibo Halal aumenta a una media del 12% circa annuo”, sostiene Sharif Lorenzini, Presidente di Halal International Authority. “In Italia ci sono circa 4 milioni di consumatori Halal, e il numero continuerà a crescere con l’incremento dei servizi in ambito turistico”, dice Lorenzini. “Il nostro ente ha certificato oltre 500 aziende”.

La possibilità di scegliere tra i servizi Halal in Italia è ancora limitata. “L’Italia si è appena affacciata sul panorama Halal. Meno di 1 prodotto su 1000 presente sul mercato interno è certificato Halal, rispetto al 20 o 30 % di altri paesi quali Francia, Belgio, Germania o regno Unito”, sostiene Lorenzini.

Halal International Authority, in collaborazione con ICIF - Scuola Internazionale di Cucina Italiana, ha studiato nuove modalità di approccio al mondo Halal attraverso lezioni di cucina mirate a diffondere la cultura Halal tra i giovani chef internazionali.

L’Europa, inoltre, è in prima fila nell’ambito medicale e dei vaccini, con la Francia come mercato principale di integratori alimentari certificati derivanti da materie prime Halal. Tali prodotti vengono realizzati in unità separate per evitare la contaminazione incrociata.

LEGGI L'ARTICOLO SU khaleejtimes.com

PROMOTION COMMERCIALE

Découvrez 3 promotions valables jusqu'au 31/08/2021 pour la certification de vos produits

Continuez